< News

13 Luglio 2019

News

Quanto accaduto ad Alessandria corrisponde ad un vero e proprio tuffo nel passato. Quasi 30 anni fa infatti, l’organizzazione Mondiale per la Sanità cancellava l’omosessualità dalla lista delle malattie.

Non sono stati ancora cancellati però, gli stereotipi. Capita così che all’interno di un referto medico di dimissioni dall’ospedale si trovi scritto “omosessuale”. Si tratta di un comportamento inaccettabile che non può lasciarci silenti, perché corrisponde anche ad una grave lesione della libertà personale.

(Nota stampa Unar) – 13 Luglio 2019