< News

27 Marzo 2019

News

Forlì – Come aiutare l’allenatore di calcio giovanile a mettere al centro il bambino, come sostenere il dirigente e l’istruttore di calcio a gestire un momento di crisi in campo, come prevenire episodi di razzismo e discriminazione, come tracciare il corretto rapporto tra allenatori, dirigenti di calcio e genitori. Sono solo alcuni dei temi che verranno introdotti, da questa primavera, nei corsi di formazione per allenatori e dirigenti AICS di calcio: formatore d’eccezione Igor Trocchia, l’allenatore del Pontisola (Bergamo) appena decorato dal Quirinale con l’Ordine al merito della Repubblica italiana, per aver ritirato la sua squadra dal torneo giovanile dopo gli insulti razzisti rivolti a uno dei suoi giocatori, appena 13enni. Insignito del riconoscimento dal presidente Sergio Mattarella assieme ad altri 34 “eroi civili”, Trocchia è stato scelto da AICS Associazione Italiana Cultura Sport, per introdurre i tecnici al tema dell’approccio pedagogico all’allenamento e alla gestione degli eventi di crisi. Trocchia farà il suo esordio come formatore AICS nel corso per allievi allenatori di calcio che comincerà a Forlì sabato, grazie all’organizzazione del comitato Aics di Forlì Cesena e dell’asd La Balena. Già istruttore Coni Figc e allenatore “B Uefa”, Trocchia ha ricevuto sempre da AICS e da Assoutenti il premio “Crescita Felice nello Sport” ed è stato da poco inserito anche nella Hall of fame del calcio italiano, premio istituito nel 2011 dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio e dalla Fondazione del Museo del calcio, per celebrare giocatori, allenatori, arbitri e dirigenti che hanno lasciato il segno in questo sport (9Colonne)