“Dosta!” è la campagna per combattere i pregiudizi e gli stereotipi sui Rom e Sinti

Dosta! – cioè “Basta!” in lingua romanes – è la campagna di sensibilizzazione per combattere pregiudizi e stereotipi sui Rom e Sinti promossa dal Consiglio d’Europa, già coordinata e finanziata in Italia da UNAR.

In Europa, le persone appartenenti a comunità Rom e Sinti sono dodici milioni, in Italia circa 140mila. La maggioranza sono cittadini italiani fin dal 1871, mentre altri provengono dalla ex Jugoslavia, dalla Bulgaria e dalla Romania, scappati dalle guerre e dalla miseria.

Secondo il Consiglio d’Europa, la prima sfida che si pone ai territori è integrare politiche sociali e politiche culturali. Nel Vecchio continente, le comunità rom si collocano al di sotto di quasi tutti gli indici di sviluppo sui diritti umani: otto famiglie rom su 10 sono a rischio povertà, solo un rom su sette ha terminato le scuole di secondo grado. Spesso la loro presenza diventa causa di conflitto, che può trovare una soluzione positiva solo se è “gestita” in una direzione d’inclusione.

L’Italia è stato il primo Paese dell’Europa occidentale nel 2010 ad aderire alla campagna: un passo deciso per avvicinare cittadini di culture diverse che convivono nella stessa società e ne rispettano norme e valori.

La campagna è stata ideata e condivisa con le principali reti di associazioni rom e sinti in Italia per favorire una maggiore conoscenza di questa etnia, nella speranza che nell’immediato futuro le condizioni di vita dei Rom, dei Sinti e dei Camminanti possano migliorare.

Per saperne di più: 

www.dosta.org/it