L’Unar, promuove e sostiene ormai da anni percorsi di formazione e sensibilizzazione nell’ambito della tutela contro gli atti discriminatori e per la parità di trattamento. Rivolgendosi in particolare ai giovani rom e non rom, nel 2017 e nel 2018 sono stati realizzati seminari per il contrasto dell’antiziganismo e dei discorsi d’odio.
Anche quest’anno l’ufficio ha organizzato a Roma nei giorni 27,28 e 29 Novembre 2019 un seminario formativo rivolto a giovani e attivisti impegnati in attività di contrasto all’antiziganismo e alle discriminazioni, ma anche a studenti delle scuole giornalismo e operatori del settore mass media.

Un italiano su due ritiene che la società non trarrebbe alcun beneficio da una riduzione delle discriminazioni verso rom e sinti. E sei su dieci si sentirebbero a disagio ad avere un collega rom. Sono alcuni dei recenti dati del sondaggio Eurobarometro 2019, che illustrano una complessità radicata nella percezione e nelle relazioni quotidiane con la popolazione romanì, confermate anche dalle analisi dell’UNAR sul discorso d’odio on-line.

“Ma perché tanto odio?”. E’ la domanda su cui l’Ufficio si è confrontato attraverso l’analisi del rapporto tra comunicazione, mass media e antiziganismo. Con un panel di oratori provenienti da contesti diversi (mondo accademico, giornalismo, esperti di comunicazione, rappresentanti dei principali social network, società civile e istituzioni), abbiamo fornito un approfondimento teorico (che cos’è l’antiziganismo?) e tecnico (con quali modalità si propaga?) sulla diffusione dell’ hate speech antizigano nei contesti comunicativi, con un focus particolare sul Web. 


Attraverso l’incontro degli operatori dell’informazione con un gruppo di giovani attivisti rom, sinti e gagé, il secondo giorno ha offerto uno spazio di confronto per elaborare idee e misure innovative di contrasto al fenomeno. Il terzo giorno è stato dedicato ai sistemi di partecipazione delle giovani generazioni nei contesti istituzionali, con l’obiettivo di riflettere sul valore del dialogo e della conoscenza come antidoto alle discriminazioni.

Il seminario è stato realizzato in collaborazione con il Formez PA e con l’Ordine dei giornalisti.

Il racconto delle giornate

Allegati