Ricerca in quest'area
Testo da ricercare:
Dal: Al:
Ricerca testo in:
Titolo
Contenuto
TAG CLOUD 'campagna di comunicazione'

Campagna di comunicazione

Video “Differenze” incentrato sulla multiculturalità proiettato sui Frecciarossa Milano-Napoli

 

Personalizzazione di un desk presso la stazione Termini di Roma

francesca termini roma

Affissione di 1500 penduli informativi all’interno di tram/bus

pendulo UNAR

1 milione di BIT ATAC (Biglietto Integrato a Tempo) 

BIGLIETTO UNAR PER ATAC

Banner UNAR sull’home page di FSI e ATAC

banner-unar-per-atac

Mostra fotografica “Diversità Urbana” presso la Stazione centrale di Milano

diversità urbana

foto diverista urbana milano

foto mostra diversita urbana

Pubblicazione: Il Diversity Management per una crescita inclusiva

Puntare sul Diversity Management significa per un’organizzazione promuovere strategie di reclutamento e gestione delle risorse umane che mirano alla valorizzazione delle diversità (di genere, origine etnica,età abilità fisiche, orientamento sessuale, identità di genere).

DM

L’ ipotesi che sta alla base del Diversity Management è che una gestione della forza lavoro centrata sull’inclusione e sulla promozione della diversità offra ad aziende e amministrazioni pubbliche una serie di vantaggi competitivi: incentivo al cambiamento, valorizzazione dei talenti, spinta a trovare soluzioni innovative, capacità di rispondere all’eterogeneità di clienti e mercati, aumento del commitment dei dipendenti, valorizzazione dei background formativi e di esperienze, creazione di un ambiente di lavoro più armonioso. Alla luce di ciò, nell’ultimo decennio sono divenute sempre più numerose le imprese e le amministrazioni pubbliche che hanno iniziato a considerare il Diversity Management come un asset strategico dei loro sistemi organizzativi e della loro politica di sviluppo. Nella prospettiva del Diversity Management, infatti, promuovere la diversità è un modo per creare un ambiente di lavoro più inclusivo e al tempo stesso aumentare la competitività dell’impresa, collegando le performance aziendali con questioni di giustizia sociale. Il volume indaga – da un punto di vista storico, economico e sociale – la traiettoria americana, europea e italiana del Diversity Management e si conclude con una rassegna delle buone pratiche nelle amministrazioni pubbliche europee e nelle public utilities europee.