Ricerca in quest'area
Testo da ricercare:
Dal: Al:
Ricerca testo in:
Titolo
Contenuto
TAG CLOUD 'bandi e avvisi'

Bandi e avvisi

Avviso per la promozione di azioni positive volte a favorire il contrasto a situazioni di discriminazione etnico-razziale, attraverso la cultura, le arti e lo sport (a.p.s.a.c. 2017) (Settimana di azione contro il razzismo 2017)

L’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali (UNAR) emana il seguente Avviso per la promozione di azioni positive volte a favorire il contrasto a situazioni di discriminazioni etnico-razziali attraverso la cultura, le arti e lo sport. Nell’ambito del suo mandato istituzionale, l’UNAR organizza ogni anno una “Settimana di azione contro il razzismo” -  in occasione della ricorrenza annuale della Giornata Mondiale contro il razzismo che si celebra il 21 marzo di ogni anno -  con l’obiettivo di promuovere iniziative di informazione e sensibilizzazione volte ad accrescere una coscienza multietnica e multiculturale presso l’opinione pubblica e, in particolare, fra i giovani.

I Comuni hanno dimostrato più volte, nelle passate edizioni della “Settimana”, l’interesse a collaborare con l’UNAR per mettere in campo azioni di prevenzione dei fenomeni di intolleranza e discriminazione razziale, attraverso l’organizzazione di iniziative di educazione, informazione e sensibilizzazione. In un’ottica di continuità con le precedenti azioni che hanno rappresentato negli anni un appuntamento di grande valore positivo e simbolico, l’UNAR rivolge questo Avviso ai Comuni, alle Unioni e alle aggregazioni temporanee di Comuni con popolazione complessiva compresa tra 5.000 e 50.000 residenti, i quali intendono realizzare progetti, in almeno due giornate della prossima edizione della “Settimana” (20 – 26 marzo 2017), volti a prevenire e contrastare pregiudizi e discriminazioni razziali, attraverso la promozione di attività culturali, artistiche e sportive.

Le azioni positive che si intendono promuovere con il presente Avviso sono indirizzate a favorire una cultura etica e di valori sociali positivi nonché una forte solidarietà tra cittadine/cittadini nel rispetto dei diritti essenziali di ogni individuo, così come sancito dalla nostra Costituzione che ne tutela e riconosce l’inviolabilità.

Pertanto, con questo Avviso si intendono acquisire iniziative volte al contrasto delle discriminazioni etnico-razziali, che rappresentino al contempo l’attualità della Costituzione Italiana, in occasione della celebrazione dei suoi 70 anni, i cui valori, la cultura del rispetto e dell’inclusione, come sanciti negli articoli 2 e 3, indicano nella rimozione degli ostacoli culturali, simbolici e materiali il fondamento della nostra democrazia.

Tutta la documentazione dovrà pervenire all’UNAR, a cura, rischio e spese del proponente, a pena di esclusione, entro le ore 18.00 del 25 novembre 2016, tramite Posta Elettronica Certificata al seguente indirizzo bandi.unar@pec.governo.it, recante come oggetto la dicitura:“Domanda di partecipazione Avviso APSAC 2017”.

Per tutta la documentazione riguardante l’avviso pubblico clicca qui

PER LA GRADUATORIA FINALE CLICCA QUI

Roma, 4 novembre 2016

_____________

Avviso pubblico per la promozione di azioni positive realizzate da associazioni e enti di cui all’art. 6 del decreto legislativo 9 luglio 2003, n. 215 e finalizzate al contrasto delle discriminazioni (a.p.a.d.)

L’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali, di seguito UNAR, istituito con Decreto legislativo 9 luglio 2003, n. 215 presso il Dipartimento per le Pari Opportunità, emana il seguente Avviso per la promozione di azioni positive finalizzate al contrasto delle discriminazioni fondate su motivi etnico-razziali, sull’appartenenza religiosa, sull’orientamento sessuale e identità di genere, attraverso la promozione di attività culturali, artistiche, sportive, di comunicazione, di sensibilizzazione, di formazione e di informazione.

L’UNAR intende dare attuazione a quanto previsto dall’art. 7 del suddetto decreto legislativo, promuovendo la realizzazione di azioni positive da parte di Associazioni ed Enti iscritti al Registro istituito presso il medesimo di cui all’art. 6 del D.lgs. n. 215/2003, volte a evitare, prevenire e contrastare situazioni di svantaggio e di discriminazione. Le azioni positive che si intendono promuovere con il presente Avviso rappresentano la realizzazione di iniziative finalizzate a creare condizioni di pari opportunità per tutti, nonché a favorire una forte solidarietà tra cittadine/cittadini per una società più inclusiva e rispettosa delle diversità, secondo un approccio differenziato anche in relazione all’origine etnica, all’appartenenza religiosa, all’orientamento sessuale e alla identità di genere. Le politiche di “educazione al rispetto delle diversità” sono state oggetto, negli anni più recenti, di profonde riflessioni per una complessiva ridefinizione dei modelli e degli orientamenti di intervento, in considerazione dei cambiamenti occorsi e delle sollecitazioni che provengono dalle istituzioni internazionali ed europee, nonché dalla società civile. Pertanto, tenuto conto della finalità istituzionale dell’UNAR volta a garantire l’estensione della tutela a tutti i fattori di discriminazione, il presente Avviso intende acquisire proposte progettuali che possano contribuire a rafforzare le politiche di inclusione dirette a contrastare il fenomeno del razzismo, a promuovere l’integrazione delle categorie sociali più vulnerabili, delle comunità rom, sinte e caminanti (RSC) e a lottare contro l’omofobia e la transfobia, anche secondo un’ottica trasversale con attenzione al fenomeno delle c.d. discriminazioni multiple. Tutta la documentazione dovrà essere sottoscritta dal legale rappresentante dell’Associazione o Ente proponente e pervenire all’UNAR, a pena di esclusione, tramite Posta Elettronica Certificata all’indirizzo bandi.unar@pec.governo.it e recante come oggetto la seguente dicitura:

“DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AVVISO APAD”.

La stessa dovrà pervenire, a pena di esclusioneentro le ore 12.00 dell’15 novembre 2016.

Per tutta la documentazione riguardante l’avviso pubblico clicca qui

Roma, 4 Novembre 2016